top of page

FEBBRE, AUMENTA LA SERA?

Aggiornamento: 22 feb


La febbre è un meccanismo di difesa del nostro organismo caratterizzato da u aumento della temperatura , provocato ad alcune sostanze in risposta a condizioni patologiche.


La temperatura del corpo presenta oscillazioni nelle diverse ore della giornata, con valori minimi il mattino e massimi nel pomeriggio raggiungendo anche i 37,3 °C, che sono mediate dal ciclo circadiano del cortisone endogeno, cioè quello che noi produciamo durante le varie fasi del giorno e che svolge un’azione antinfiammatoria.


Infatti “mentre al mattino circolano nel sangue elevate concentrazioni di cortisone, che tendono ad abbassare la temperatura, nel pomeriggio esse si riducono, facendo raggiungere temperature più alte sia in condizioni normali sia in condizioni patologiche, cioè di malattia, come durante la febbre. Pertanto, l'aumento della temperatura nelle ore serali è un fenomeno comune, dovuto alla diminuzione della produzione endogena di cortisolo, ormone ad azione antinfiammatoria in grado di bloccare la produzione di prostaglandine responsabili di questo aumento.


PERCHÈ DURANTE LA MALATTIA LA TEMPERATURA SALE?

In condizioni normali la temperatura del corpo è mantenuta costante, indipendentemente dalla temperatura dell’ambiente esterno, grazie all’azione regolatrice svolta da un’area del cervello chiamata ipotalamo che bilancia la produzione di calore prodotta da organi e reazioni, come per esempio metabolismo basale, muscoli, fegato, e la dispersione di calore che avviene per la vasodilatazione della cute, la sudorazione o la respirazione.

Quando invece c’è febbre, la temperatura sale per generare calore che serve a potenziare il sistema immunitario contro gli agenti patogeni esterni, cioè virus o batteri .

Quindi, la febbre svolge un ruolo positivo?

La febbre è una risposta molto importante del nostro organismo durante la malattia perché da un lato, come si è detto, aumenta la potenza del nostro sistema immunitario, cioè incrementa l’attività dei macrofagi, dei neutrofili e dei linfociti, e dall’altro riduce la virulenza e la proliferazione dei virus e batteri.


TERAPIA

Ricordiamoci di bere acqua a sufficienza per contrastare la disidratazione, antipiretici se la temperatura è elevata e, rivolgersi al medico prima di utilizzare farmaci che potrebbero non essere necessari (ad. es, antibiotici)

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page